Flower design e addobbi floreali

Matrimoni Sabato, 07 Novembre 2015

Flower design e addobbi floreali

In principio furono i fiori di campo, poi arrivarono gli addobbi floreali, e da ultimo toccò al flower design. Con il passare degli anni, le esigenze e le aspettative degli sposi sono cambiate, rivelando la sempre maggiore attenzione per aspetti un tempo secondari e oggi, al contrario, considerati di primaria importanza. Tra tutti, i fiori sono uno dei simboli più evidenti del passare degli anni, o per meglio dire delle epoche. I giovani non lo ricorderanno, altri lo avranno dimenticato, ma basta andare indietro con la memoria agli anni '70 e '80 per scoprire che il budget dedicato ai fiori non superava le 50 – 100 mila lire. Una cifra irrisoria, spesa per pagare le signore che frequentavano la chiesa e si prestavano alla raccolta o all'acquisto dei fiori e alla creazione di semplici decorazioni. Allora andavano “di moda” la Gypsophila Paniculata, meglio conosciuta come Velo da sposa, i garofani bianchi o le umili margheritine di campo.

Con l'avvicinarsi del nuovo millennio si assiste alla predominanza del ruolo femminile nell'organizzazione del matrimonio e quindi alla crescente cura per i dettagli, inevitabilmente trascurati in un mondo patriarcale o quanto meno fortemente maschilista. I fiori non devono soltanto colorare la chiesa e gli esterni, ma anche abbellire la festa, profumare l'aria, simboleggiare l'amore dei neosposi agli occhi dei parenti e degli amici. Una responsabilità che viene delegata a fiori più sofisticati e addobbi floreali veri e propri. La scelta si amplia e l'investimento per le decorazioni floreali cresce: subentrano le rose, le ortensie, le peonie, le gardenie... quasi sempre bianche, talvolta rosa, rosse, gialle, comunque con toni caldi e mai stravaganti. Il bouquet diventa protagonista dell'evento e quindi oggetto di grande interesse per il tradizionale lancio alle amiche.

E oggi? Inutile dire che il settore delle decorazioni floreali abbia conosciuto negli ultimi anni uno sviluppo senza precedenti. Nonostante la crisi, il contributi di figure professionali ingaggiate per l'attività di flower design ha rivoluzionato il concetto di addobbo floreale per matrimoni. Il fatto che gli sposi abbiano sempre meno tempo e quindi sino più predisposti a cercare interlocutori specializzati in grado di occuparsi di ogni aspetto delle nozze, non ha fatto che accentuare questa tendenza e accendere i riflettori sul ruolo dei flower design. E tra tanti improvvisati, non c'è dubbio che gli esperti di allestimenti floreali possano fare la differenza, con l'utilizzo ad esempio di fiori esotici come l'orchidea o l'iris, disponibili in molteplici colorazioni, comprese le più originali. Blu, porpora, viola, azzurro e perfino nero per matrimoni stile black & white. Spazio anche a fiori “tematici” come papaveri e girasoli per un matrimonio country chic o gli anemoni per matrimoni primaverili. E la storia... continua!