Banqueting o catering? Guida alla scelta

Matrimoni Sabato, 12 Dicembre 2015

Banqueting o catering? Guida alla scelta

Banqueting e catering sono due termini molto utilizzati in ambito wedding. Accade tuttavia che l'origine inglese delle parole sia causa di fraintendimenti e malintesi tra chi non è abituato a questo genere di lessico – in primo luogo gli sposi, e chi invece parla di banqueting, catering, dress code dello sposo o flower design ogni giorno per lavoro – vedi i wedding planner e i vari specialisti del caso. In realtà la distinzione è abbastanza netta e una volta compresa è difficile sbagliarsi. Per catering si intende l'insieme di attività legate alle fornitura di alimenti e bevande, non necessariamente destinate a banchetti e celebrazioni. Si può infatti parlare di catering per mense aziendali, catering per mense scolastiche, catering per aperitivi e via dicendo. In origine il termine si riferiva alla sola fornitura di cibo (to cater vuol dire appunto “provvedere al cibo”) per il settore dei trasporti, poi il significato venne esteso a qualsiasi contesto.

Il banqueting (dal verbo to banquet, “banchettare”) è invece riferito al solo convivio e quindi al momento del pranzo o della cena o del buffet. Un servizio di banqueting professionale non si limita – come per il catering – al trasporto e al servizio del cibo, ma anche all'allestimento dello spazio secondo lo stile del compleanno, del party o delle nozze. Di volta in volta troveremo banchetti con menu differenti (le classiche isole del gusto) o che riflettono le scelte alimentari degli sposi (ad esempio per i vegetariani o vegani) o magari la cultura di provenienza (menu provenzali, indiani, messicani, canadesi). E c'è anche chi non rinuncia a esperimenti culinari arditi e senza dubbio originali come i menu medievali a base di pietanze ricche di selvaggina, erbe spontanee commestibili e fiumi di ottima birra.

Ovviamente il livello di raffinatezza che può raggiungere un servizio di banqueting è tale da aver portato alla nascita di professionisti in grado di gestire al meglio ogni aspetto organizzativo e logistico, curando la scenografia fin nei minimi dettagli. Se quello che cercate è un punto di riferimento che vi segua in tutto e per tutto sotto il profilo gastronomico nelle varie fasi della giornata e della notte (buffet dopo la cerimonia, pranzo, aperitivo serale e perché no, spaghettata di mezzanotte) non accontentatevi del solito wedding planner ma rivolgetevi a un banqueting manager esperto. Che ci crediate o no, la figura del banqueting manager esiste: grazie al suo aiuto avrete la certezza di un servizio di banqueting a regola d'arte dall'inizio alla fine. Buon matrimonio e... buon appetito!